Novità dalla rete

Si scrive streaming, ma lo si cerca in tutti i modi (striming, streming, sreaming, streamin), pur di godersi un film comodamente da casa. E soprattutto gratis. Il tema è già stato da noi ampiamente trattato. Vi consiglio gli articoli del settembre scorso e dello scorso maggio. Un sito particolarmente interessante che vorrei segnalare oggi è filmsenzalimiti.net Qui trovate film e serie TV disponibili in streaming direttamente sul sito. La particolarità è che non siete indirizzati verso pagine esterne. Mi preme infine ricordarvi che in molti casi si parla di materiale coperto da diritto d’autore.

Cosa fare per sfruttare al meglio l’immagine dei bambini nella pubblicità: 1. i bambini devono essere sempre al servizio degli adulti. Se mostrano di avere gusti o idee personali, c’è qualcosa che non va. 2 .è inutile nascondersi dietro un dito. I bambini non sono tutti uguali. La provenienza geografica, e più ancora l’appartenenza ad una data etnia, rendono i bambini diversi l’uno dall’altro. E queste differenze vanno evidenziate quando i bambini sono utilizzati per realizzare pubblicità e più in generale attività legate al mondo dello spettacolo. 3. i bambini tendono ad imitare i grandi, per cui non c’è nulla di male se in pubblicità imitano atteggiamenti degli adulti, anche se li scimmiottano.

La notizia è di quelle che fanno sorridere. L’azienda svizzera Algordanza ha trovato un sistema per trasformare una salma in un diamante, utilizzando gli stessi metodi con cui si producono i diamanti artificiali. Alla morte di un caro defunto possiamo quindi optare per la cremazione e per la successiva trasformazione della cenere in un diamante, il diamante della memoria, in modo da portare sempre con noi un segno tangibile della persona che ci ha lasciati. Il principio di base è molto semplice. I diamanti sono costituiti esclusivamente da atomi di carbonio, cosa di cui anche il nostro corpo abbonda.

E se avesse ragione padre Amorth? E se avesse ragione lui nel dire che Halloween è una trappola del demonio perché ci distoglie dal festeggiare i nostri Santi? E se avesse ragione lui nel dire che lo yoga è satanico perché avvicina a ideologie orientali che mettono al centro l’uomo e non Dio? Sarà che tra qualche settimana dovrò interpretare la parte del prete, ma alcune delle affermazioni del noto esorcista mi hanno indotto a pormi la domanda: e se avesse ragione lui? Ok, sono frasi discutibili e ampiamente derise su internet. Ma nella mia testa, anche solo per qualche istante, è passata l’immagine di un ipotetico demonio che organizza le feste di Halloween e che gode nel vedere che anche i bambini del nostro Paese si divertono più a dire “dolcetto o scherzetto” che ad ascoltare le vicende dei Santi.

Come scritto nell’ultimo post, la pubblicità su Internet non può essere comparata con quella presente sugli altri media. Chi realizza pubblicità sulla Rete deve considerare un grande pregio e un grande difetto. Il pregio è che si possono mandare messaggi profilati, cioè creati ad hoc in base agli interessi dell’utente, in base al suo profilo. Il difetto è che i potenziali utenti la possono evitare con più facilità rispetto ai media tradizionali. Al cinema, per radio, in tv, sui giornali o per strada non posso cliccare altrove per aggirare il messaggio pubblicitario, me lo devo sorbire e basta.

Ci sono due dati interessanti che vorrei sottolineare riguardo al recente Rapporto Censis/Ucsi sulla comunicazione. Il primo è che in un quadro di contrazione degli investimenti pubblicitari, reso inevitabile dalla crisi, Internet ha visto incrementare il volume della raccolta pubblicitaria. Più 12,3% nel 2011 rispetto all’anno precedente. Maggiori investimenti in questo settore significa anche che chi vuole pubblicizzare il proprio prodotto o servizio su Internet dovrà affrontare una competizione maggiore. E quindi ci sarà sempre più bisogno di web agency serie e complete, che si avvalgono di diverse figure professionali e di persone creative, affidabili e felici di fare il loro lavoro.

Quella di Churchill nel titolo è la classica risposta immediata, geniale, efficace e anche divertente. Riuscire a dare risposte immediate al proprio interlocutore non è da tutti. A volte è un dono che o hai o non hai. Obama, pur essendo un grande comunicatore, non è mai stato abilissimo nei duelli diretti con i propri avversari. In Italia abbiamo molti esempi simili, da Berlusconi a Beppe Grillo, entrambi in grado di infiammare le folle, ma da sempre timorosi del confronto diretto. Obama ha palesemente perso il primo dibattito televisivo con Romney. E nel primo comizio successivo a tale dibattito ha cercato di rimediare con argute risposte rivolte al suo avversario.

Si trovano online decine di siti che offrono la visione di film completi e gratuiti in streaming. Era mia intenzione testare quelli migliori, quelli che non ti inondassero di pop-up, che non richiedessero chissà quali software da installare e quelli che non ti obbligassero a partecipare a strane offerte commerciali prima di vedere il loro film. Devo dire che mi hanno tutti fatto venire voglia di affidarmi solo a Rai Movie. Ho capito che i film in streaming non fanno per me. Molto meglio il “mulo”, che almeno mi permette di scegliere. Ovviamente sto parlando di materiale non coperto da diritto d’autore.

Mia mamma mi racconta di quando insegnava con la formazione a distanza. Erano gli anni Sessanta. Lei era maestra di una classe elementare di un piccolo e isolato paesino di montagna. Una scuola come tante, con la particolarità che l’insegnamento vero e proprio avveniva attraverso la televisione, attraverso programmi preconfezionati che i bambini dovevano seguire e che hanno permesso loro di diventare sì muratore e operaio,ma anche dottore, maestro o prete. Oggi l’acronimo FAD, Formazione a Distanza, è usatissimo, perché le potenzialità che offre Internet in tal senso sono infinitamente di più rispetto a 50 anni fa.

Sorbirsi l’ennesima ondata di calore in una Torino veramente deserta ti fa pensare a tutti quei Torinesi che si stanno godendo il fresco della montagna o la piacevole aria del mare E’ lì che diventi cattivo e invidioso! E’ lì che decidi di promuovere sul blog il portale vacanzarovinata.it, un portale che si occupa di assistenza legale per tutti quei turisti che, a causa di disagi subiti, intendono richiedere una qualche forma di rimborso per la loro vacanza. Il mio consiglio rimane sempre quello di avvalersi di portali come Tripadvisor o Zoover prima di partire. Molto criticati in questo periodo, rimangono a mio avviso il più affidabile punto di riferimento.