Archivio di agosto 2010

Nuovi articoli »

E poi dicono che i social network servono a poco… Dall’edizione del 3 agosto 2010 de “La Stampa”: R2, il robot umanoide della Nasa in partenza per la Stazione Spaziale Su Twitter si potrà seguire il «diario» della missione Un mentro di altezza per 2,5 metri di apertura “alare”, 150 chili di peso, casco d’oro scintillante e scudo della Nasa impresso sul petto. E’ Robonaut 2, la nuova creatura dell’Agenzia Spaziale statunitense, che in autunno diventerà il primo androide a sbarcare sulla stazione spaziale internazionale. Il suo nome è un tributo alla saga di «Guerre Stellari» ed è stato pensato per aiutare i colleghi in carne ed ossa in orbita.

Se negli anni passati a livello di advertising, le nuove caratteristiche dei televisori erano facilmente comunicabili (non ci vuole molto a rendere graficamente l’idea di un televisore più grande o di uno con una maggior risoluzione), i creativi che devono promuovere la tecnologia 3D sono in difficoltà a farlo, dato che è un’effetto molto “esperenziale”, impossibile da riprodurre coi mezzi normali Sony riesce però a creare un folle viral con protagonista Kakà, nel quale spiega CHIARAMENTE “come sarebbe il calcio in 3D”:

Se non altro ha facilitato la creazione delle campagne pubblicitarie dei concorrenti. E’ così che i problemi dell’iPhone 4 vengono riproposti in chiave ironica nel lancio dei prodotti dei competitor di Apple. Samsung Galaxy S (smartphone di casa Samsung) ironizza così sul noto problema del segnale che cade impugnando iPhone 4 dal lato: Mentre Motorola sfrutta il grave bug di iphone 4 per promuovere il suo nuovo Droid X: “Non richiede la custodia” (la custodia è una delle soluzioni consigliate da Steve Jobs per aggirare il problema):

“Certo, siamo in Italia, Paese facile alle suggestioni: tutti sul carro dopo il trionfo di Berlino, tutti giù dopo il tonfo di Johannesburg. In questi casi, si cercano soluzioni a effetto nella speranza che si rivelino efficaci.” (Roberto Beccantini, giornalista de “La stampa”) In un Paese flagellato da Tangentopoli, Calciopoli, Vallettopoli e quant’altro, ogni tanto, capita di imbattersi in qualche notizia che non abbia clamorosamente nulla a che spartire con Fabrizio Corona o Belen Rodriguez. Se siamo fortunati, capita anche che la stessa notizia sia portatrice e ci trasmetta quella sorta di scettico ottimismo che col passare del tempo tendiamo a perdere, a favore di un più sicuro e rassegnato pessimismo (e fastidio).

Forse il miglior video curriculum che ci sia in giro. Da vedere almeno due volte.

“Vogliamo ogni tanto dire qualcosa di positivo su italiani e innovazione scientifico-tecnologica? State a sentire. Avrete già sentito parlare del crowdsourcing, ossia la ricerca di collaborazioni nella nuvola. Ci sono dei siti web sui quali aziende ed enti che cercano invenzioni e idee innovative postano le proprie richieste, promettendo premi in denaro (tipicamente, dai 10-15mila dollari in su). Uno dei miei preferiti è Innocentive. Sono, per così dire, richieste spot di consulenza specialistica. Gli argomenti vanno dalla genetica alle telecomunicazioni, dalle tecnologie agroalimentari alla chimica, dalla pulizia automatica delle toilette alle innovazioni bancarie.

L’italia va in vacanza, ma quest’anno il cinema non si ferma nonostante gli incassi in caduta libera. Così quest’estate possiamo trovare diversi film in uscita, dei quali alcuni meritevoli di un’attenzione particolare. La fantascienza la fa da padrone quest’estate. Pandorum si concentra sulla storia del tenente Payton (Dennis Quaid) e il giovane Caporale Bower, che si risvegliano a bordo di una labirintica nave spaziale senza sapere chi sono e quale sia la loro missione. Tra umani mutanti alla Romero e ambientazioni dark, che ricordano vagamente quelle del Pitch Black (Film del 2000 diretto da David Twohy), il film riesce nell’intento di coinvolgere e stupire lo spettatore.

Gli investitori di CIA e Google hanno deciso di investire la stessa somma (10 milioni di dollari) in “Recorded Future” (letteralmente, “Futuro Schedato”), azienda che analizza il web in tempo reale e ne utilizza le informazioni per prevedere il futuro. La piccola società ha realizzato un software di monitoraggio, il “Motore d’Analisi Temporale”, che s’infila in decine di migliaia di siti internet, blog e social network per investigare i rapporti tra persone, organizzazioni, funzioni e avvenimenti sia presenti che futuri, mettendo in relazione documenti che parlano degli stessi eventi e argomenti che rispondono alle stesse parole chiave.

Il Rabobank Groep N.V. (Coöperatieve Centrale Raiffeisen-Boerenleenbank B.A.) è un fornitore di servizi finanziari olandese nato nel 1972 dalla fusione tra due banche cooperative agricole. Sebbene in termini di capitale Tier 1 sia tra i primi 25 istituti finanziari al mondo, il gruppo (che offre servizi di banca al dettaglio e all’ingrosso, gestione dei risparmi, leasing finanziario, servizi immobiliari e di assicurazione) ricorda a tutti che i soldi non crescono sugli alberi. Ecco il video realizzato da Rabobank in Australia:

Per il lancio del nuovo album “A Thousand Suns” in uscita il 14 settembre i Linkin Park si sono affidati a Twitter. La band ha rivelato la nuova copertina un pixel alla volta: ogni volta che veniva postato un tweet con l’hashtag #athousandsuns un pezzettino della cover veniva rivelato. Ecco il risultato finale:

Nuovi articoli »