Archivio di agosto 2012

Se siete interessati all’IFA, l’Esposizione Internazionale Tecnologica che si sta tenendo a Berlino, vi rimando al link del Sole24Ore. Se come me non siete appassionatissimi di tecnologia, ma siete consapevoli che occorre restare aggiornati sul tema per non restare tagliati fuori, il mio consiglio è quello di aprire la pagina del Sole24Ore, ma restando nel contempo anche sul nostro blog. Nell’articolo si parla di smart TV. L’appellativo “smart” (traducibile dall’inglese come “intelligente”) lo conosciamo per gli smartphone. Gli smartphone sono telefoni intelligenti, perché oltre alla funzione di telefono integrano avanzate caratteristiche multimediali oltre a funzioni e servizi legati ad internet.

Mia mamma mi racconta di quando insegnava con la formazione a distanza. Erano gli anni Sessanta. Lei era maestra di una classe elementare di un piccolo e isolato paesino di montagna. Una scuola come tante, con la particolarità che l’insegnamento vero e proprio avveniva attraverso la televisione, attraverso programmi preconfezionati che i bambini dovevano seguire e che hanno permesso loro di diventare sì muratore e operaio,ma anche dottore, maestro o prete. Oggi l’acronimo FAD, Formazione a Distanza, è usatissimo, perché le potenzialità che offre Internet in tal senso sono infinitamente di più rispetto a 50 anni fa.

Voglio ritornare su due post recenti. Il primo è quello dell’otto agosto, quando su questo blog abbiamo recensito il romanzo “Sul mio corpo” di Sonia Rottichieri. La recensione è piaciuta così tanto all’autrice, che è stata pubblicata sul blog della Aliberti Editore, quasi come fosse la presentazione ufficiale del libro :) Il secondo è quello del sei luglio, quando abbiamo scandagliato il web per vedere chi stava riuscendo a spiegare meglio di altri in cosa consistesse il bosone di Higgs. Ci è piaciuto molto il concorso indetto dal blog Gravità Zero: “Vi chiediamo di spiegare a un bambino di 9-12 anni, che non sappia nulla sull’argomento, nella maniera più chiara possibile cosa è e a “cosa serve” il Bosone di Higgs.

Dinos Dimatatis, un famoso studioso di rock greco, conosce a memoria le formazioni dell’Atalanta dal 1965. Che scoop che trovate su questo blog! Ammetto che la notizia non sia granché, ma da tifoso neroblu la volevo riportare. Perché questo signore è diventato tifoso dell’Atalanta? Dimatatis sostiene di essere rimasto attratto dal nome.  Una squadra di calcio che si chiama come la ninfa della mitologia greca effettivamente può attrarre un Greco. Perché ci ritroviamo questo nome? Chi lo ha scelto? La fondazione della società risale al 1907 ed è stata opera di alcuni studenti liceali.

Sorbirsi l’ennesima ondata di calore in una Torino veramente deserta ti fa pensare a tutti quei Torinesi che si stanno godendo il fresco della montagna o la piacevole aria del mare E’ lì che diventi cattivo e invidioso! E’ lì che decidi di promuovere sul blog il portale vacanzarovinata.it, un portale che si occupa di assistenza legale per tutti quei turisti che, a causa di disagi subiti, intendono richiedere una qualche forma di rimborso per la loro vacanza. Il mio consiglio rimane sempre quello di avvalersi di portali come Tripadvisor o Zoover prima di partire. Molto criticati in questo periodo, rimangono a mio avviso il più affidabile punto di riferimento.

Le recensioni dovrebbero essere oro per un albergatore o un ristoratore. Se positive, ti fanno pubblicità. Se negative, ti fanno migliorare il servizio. Invece succede che ci si accanisca contro il portale in cui le recensioni sono ospitate, come è accaduto qualche giorno fa a Celle Ligure. Gli albergatori del paesino ligure si sono scagliati contro numerose recensioni negative nei loro confronti, che a loro dire sarebbero finte. Per dimostrarlo, ricordano quello che è accaduto a diversi albergatori di Rimini, che nella scorsa primavera si sono visti proporre la vendita di forniture di ciabatte da camera con il logo dell’hotel in cambio di false recensioni positive su siti come Tripadvisor e Zoover.

Ho letto il romanzo erotico di Sonia Rottichieri. Avevo promesso una recensione. Ma quanto è difficile per un uomo parlare di queste cose! La letteratura erotica è cosa per donne. Sono state soprattutto donne ad avere realizzato opere di questo tipo negli ultimi anni. Le 150 sfumature colorate sono state scritte da una donna, l’inglese James. E come dimenticare l’esperta di letteratura erotica che 20 anni fa è stata concorrente di un’edizione di Telemike? Ecco la prima “intelligentissima” riflessione che mi è venuta in mente: la parola erotica è per le donne quello che è l’immagine erotica per l’uomo.

Ieri sono entrato alla Feltrinelli di Torino e ho visto esposto il libro di Sonia Rottichieri, “Sul mio corpo”, edito da Aliberti. Mi direte: chi è Sonia Rottichieri? E’ un’amica di Facebook, lavora come medico condotto, è appassionata subacquea e la sua passione per la fotografia l’ha portata a collaborare come artista con una società di gallerie d’arte contemporanea. Se si considera che ha appena pubblicato il suo primo romanzo, ne esce il quadro di una personalità decisamente poliedrica. Perché non dovrei parlare con mia mamma di questo libro? Per il fatto che si tratta di un romanzo di letteratura erotica esplicita ed estrema? Perché Rottichieri ha sostenuto che ad aver ispirato il romanzo sono state le confidenze di molte sue pazienti? Direi che tutti questi motivi, uniti al fatto che mia mamma è attualmente una sua paziente, siano una valida motivazione per non parlarne con lei.