Un’immagine racconta più di mille parole. Se è animata, poi, ne raggiunge duemila. Come nel caso delle gif, le immagini nate nel 1987 che permettono di creare brevi sequenze animate. Oggi sembrano un residuato bellico ma hanno movimentato i primi siti web, esaltando gli internauti della prima ora. I video, in quell’epoca, erano ancora un sogno.
Con l’ampliarsi della banda disponibile, i siti si sono fatti sempre più pesanti e queste immagini sono cadute nell’oblio. O così pare.
In realtà, infatti, sono onnipresenti ma non ci si fa più caso. Sopravvivono, ad esempio, nelle emoticon animate e vivono un ruolo da protagoniste nella gif art, una forma artistica che le usa come mezzo di espressione.
Un bel progetto è Animated Albums, in cui l’autore Mr. Dormaus (italiano, classe 1984) anima le copertine degli album musicali.

Moby – Play

The Clash – London Calling

Prodigy – The fat of the land

Kraftwerk – Computer World