“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”. O, nel caso del social travelling, nuovi contatti. Spero non me ne vorrà Marcel Proust se ho preso in prestito le parole del suo Alla ricerca del tempo perduto per introdurre il concetto di social travelling. Alla fine, comunque, si tratta proprio di questo: il social travelling consiste nell’ aumentare l’esperienza di viaggio sfruttando le potenzialità fornite dal web 2.0 e, in particolare, dalle sue reti di contatti. Incontrare nuovi amici, trovare il compagno di viaggio ideale con cui rovinarsi il fegato e il portafoglio a Las Vegas, o quello con cui alzarsi alle 7 ogni mattina per non perdersi nemmeno un coccio dei reperti del labirinto di Creta.
Per tutti quelli poi a cui non basta infilarsi un paio bermuda e occhiali da sole, incolonnarsi in visite guidate rigidamente organizzate e passare in rassegna chiese e monumenti come si farebbe con gli animali allo zoo; per chi viaggiare rappresenta, invece, un’occasione per entrare in contatto con culture e tradizioni diverse, e per vivere qualche giorno spalla a spalla con la gente del posto, il social travelling può essere una risorsa preziosa.
Lo è di certo nel caso di chi ha già iniziato a praticare il Bed&Show, il portale di riferimento per gli artisti che intendono ampliare i confini del proprio spettacolo.
In che modo? Ce lo spiega Tiberio Ferracane, l’ideatore del sito e (della pratica del) Bed&Show: «Sono partito dalla semplice considerazione che spesso cantautori, musicisti, cabarettisti, ballerini, attori, pittori, circensi, scrittori non riescono ad esibirsi o a incontrare il pubblico, se non nella loro città di appartenenza poiché i cachet, spesso già esigui, non comprendono il vitto e l’alloggio e naturalmente le spese di viaggio. È nata così l’idea di creare un portale dedicato a gruppi teatrali e artisti disponibili ad offrire uno o più posti letto per i propri colleghi».
Il servizio è molto semplice da usare. Ogni gruppo o singolo artista dopo essersi iscritto fornisce informazioni sulla propria offerta o sulla propria richiesta, specificando a quale categoria appartiene (se attore, autore, musicista). Indica dove e per quante notti è disposto ad offrire i posti letti richiesti da un altro utente.
L’iscrizione è gratuita e con molta semplicità il sito si trasforma in uno spazio virtuale funzionale a una conoscenza creativa.
Che aspetti? Registrati e dai inizio al tuo spettacolo!




  • http://www.bedandshow.it Tiberio Ferracane

    Ha ragione Luisa quando afferma che uno spazio virtuale può trasformarsi in una conoscenza creativa. Si, perché, se è vero che l’idea del sito mi e’ venuta pensando a come mettere in contatto le migliaia di Artisti che tutti i giorni cercano di trovare un luogo dove esibirsi e che spesso per le distanze ed i costi di trasferimento tutto questo diventa non dico impossibile ma per lo meno difficile.
    Subito dopo, mi si e’ aperto un mondo. Ho pensato a quanto era importante per gli artisti incontrarsi e non solo in modo virtuale…per scambiarsi opinioni oltre che un posto letto con l’aggiunta magari di una cena.
    Quindi se l’utilità del sito sarà oltre che professionale anche quella di tutelare, di sviluppare e curare l’aspetto umano; credo che bed&show avrà raggiunto davvero il suo obbiettivo. E saremo tutti un po’ meno un icona su un desktop e sempre di più esseri umani affamati e curiosi della vita.

    Tiberio Ferracane

  • http://www.abcinteractive.it gaberr

    Siti di social travelling ce ne sono molti.
    La reciprocità è il loro tratto distintivo.
    Io ospito qualcuno che deve fare una vacanza nella mia città e in cambio io riceverò ospitalità da qualcun altro in un’altra città.
    Bed and Show è qualcosa in più. Io ospito un’artista in casa mia. Punto. Già questo dovrebbe bastarmi. Io stasera ospiterò un cantautore, un cabarettista o uno scrittore in casa mia. Non sto ospitando un ingegnere, ma un artista e questo mi basta. Lo scambio e la reciprocità avvengono fin da subito. Ed è per questo che non pubblicizzerei il sito solo tra gli artisti, ma anche tra i non artisti.
    Forse non sto cogliendo il vero spirito del nuovo portale fortemente voluto da Tiberio, ma mi sembra che questo abbia potenzialità molto più ampie del semplice incontro tra artisti.
    Tanta merda Tiberio!

  • http://www.bedandshow.it Tiberio Ferracane

    Al contrario, tu hai colto qualcosa in più!
    Mi sono sempre rivolto agli Artisti pur non escludendo tutti gli altri, ma tu hai chiarito come io non avrei potuto lo spirito del portale.
    E tanta merda sia!!!
    Un abbraccio!