50 personalità che nel corso del 2011 hanno influenzato l’andamento del mondo nella politica, nell’ economia, negli esteri. La classifica, una top 100, è stata pubblicata da Foreign Policy, specializzato in geopolitica. Gli avvenimenti che sono stati giudicati centrali, a vedere il numero di personalità coinvolte, sono la Primavera araba (rappresentata da una decina di attivisti e politici tra i quali abbiamo scelto il blogger Wael Ghonim per riassumerli tutti) insieme alla Libia e alla crisi economica su tutti i livelli: economisti e studiosi come come Nouriel Roubini e Joseph Stiglitz che l’avevano prevista e poi analizzata, politici che l’hanno gestita e responsabili di istituzioni che hanno avuto tra le mani le sorti dei debiti pubblici, delle valute e delle economie del mondo intero come la Bce di Jean-Claude Trichet o la Banca mondiale guidata da Robert Zoellich.

Spazio anche a paesi emergenti come il Brasile di Dilma Roussef o la Turchia di Ahmet Davutoglu, che si sta facendo spazio sullo scenario europeo. C’è anche l’Europa in crisi di Sarkozy e della Merkel. C’è poi il movimento contro la corruzione in India guidato da Anna Hazare, insieme agli attivisti per la democrazia in Cina, Birmania e Pakistan. Spazio anche a coppie famose come Bill e Milinda Gates, impegnati con la loro fondazione in opere benefiche o la longa manus dei coniugi Clinton sulla politica americana. Jack Dorsey e Mark Zuckerberg rappresentano il mondo dei media che ha vissuto un anno di enorme crescita. Ci sono anche personaggi controversi che sembrano riaffiorare dal passato: come John McCain o Condoleeza Rice che ai tempi dell’amministrazione Bush ha contribuito a plasmare il mondo come lo conosciamo:siamo per esempio ancora in Afghanistan e non si può fare finta di nulla. C’è anche David Beers che lo scorso anno non aveva nemmeno una pagina su Wikipedia. Poi ha abbassato il rating agli Usa.

A sorpresa, quello di Ilda Bocassini è invece l’unico nome italiano della classifica. Per Foreign Policy la pm ha contribuito a sollevare la cortina sul nostro paese attraversato dagli scandali. La classifica completa si trova qui.

Tratto da qui