Da Wikipedia:

“Il Social Media Marketing è quella branca del marketing che si occupa di generare visibilità sui social media, comunità virtuali e aggregatori 2.0, che racchiude una serie di pratiche che vanno dalla gestione dei rapporti online (PR 2.0) all’ottimizzazione delle pagine web fatta per i social media (SMO, Social Media Optimization). Il fine della disciplina è quello di creare conversazioni con utenti/consumatori e di stabilire, quindi, una relazione 1:1 che avvicina mittente e destinatario.

Un esempio comune di social media marketing è l’azione di marketing virale che si compie su YouTube o altri siti di video sharing. L’azienda, dichiarando o meno la propria reale identità, pubblica un contenuto interessante e/o divertente con l’obiettivo di generare “hype” e diffusione dello stesso. Tramite il passaparola spontaneo tra utenti si produce un effetto virale che porta sempre più persone a visionare il video e, dunque, a far sì che il messaggio raggiunga più utenti/consumatori possibile.

Secondo quanto afferma Lloyd Salmons, primo chairman dell’Internet Advertising Bureau social media council ”Il social media marketing non riguarda solo i grandi network come Facebook e MySpace, ma riguarda in generale il fatto che le marche abbiano conversazioni“.

Perché è importante sviluppare un piano di social media marketing?

  • Creazione di una relazione fidelizzata di lungo periodo con gli utenti.
  • Opportunità di raggiungere un numero molto elevato di utenti profilati a un prezzo contenuto (solo Facebook in Italia conta oltre 10 milioni di utenti).
  • Predisposizione degli utenti ad ascoltare le aziende presenti in questi canali.
  • Possibilità di lanciare iniziative volte a creare un database con i dati dell’utente per future comunicazioni.
  • Attività di web advertising con una profilazione molto precisa del target obiettivo.
  • Completa integrazione tra i vari canali.
  • Controllo sui risultati delle attività per un calcolo preciso del ROI ( ritorno degli investimenti ).
  • Nuovi strumenti multimediali per dare visibilità all’azienda, ai suoi prodotti e servizi.
  • Possibilità di sfruttare la viralità dei contenuti (condivisione naturale del messaggio aziendale da parte dei clienti).
  • Opportunità di sfruttare i servizi di geolocalizzazione e il mondo delle applicazioni per telefoni mobili (molti accessi al mondo social viene effettuato con i telefoni cellulari).