Pirati! Briganti da strapazzo
A sette anni di distanza da Wallace & Gromit e la maledizione del coniglio mannaro, la Aardman Animations ritrova i fondi per un nuovo lungometraggio in stop-motion, con pochi apporti di computer grafica.
La storia di un Capitano Pirata e della sua ciurma, impegnati nel conseguimento del trofeo del “Pirata dell’Anno”, è allo stesso tempo un monumento all’antica tecnica di animazione a passo uno, con affascinanti set in miniatura, e un inno al vero humor inglese: più spiritoso che esilarante, anche se alcuni momenti di genio surreale strappano la risata.
Doppiato in originale, tra gli altri, da Hugh Grant e Imelda Staunton, sostituiti in Italia da Christian De Sica e Luciana Littizzetto. Per chi sa stupirsi di fronte a un grandioso impegno artigianale, nel nome di un divertimento gentile e composto.
Trailer

Biancaneve
In un regno lontano, una perfida regina conduce una vita agiata tassando il suo popolo, povero e affamato. Determinata ad essere la più bella, fa uccidere la sua rivale più temibile, la figliasta diciottenne Biancaneve. Scampata alla morte, la ragazza verrà accolta da sette nani furfanti, diventerà un’abile combattente e distruggerà la sua matrigna non prima di aver trovato il principe azzurro.
Efficace nella rappresentazione di una regina cattiva che grazie a Julia Roberts si guadagna una buona metà delle scene e intelligente nel suo miscuiglio fra archetipi tipici della fiaba e riferimenti alla contemporaneità, il film non rende sempre giustizia al talento del suo autore. Meno visonario e trasgressivo del soliti, Tarsem resta nei ranghi e non cede al lato oscuro di un racconto che ha sempre avuto le sue suggestioni nere.
Il premio per la migliore interpretazione va certamente ai 7 nani.
Trailer

I più grandi di tutti
Negli anni ‘90 i Pluto erano una delle band più originali della scena musicale tutt’altro che mainstream del Livornese, poi si sciolsero a causa di una lite. Adesso qualcuno ha tutta l’intenzione di costringerli a una reunion, con l’allettante promessa di un lauto compenso e a condizione che i musicisti si raccontino in una lunga intervista. Ecco quindi che Loris, Mao, Sabrina e Rino si ritrovano per qualche settimana, meno spensierati di un tempo e chiusi ognuno nel proprio problematico universo.
Per la sua opera seconda, Carlo Virzì sceglie di addentrarsi in un territorio che conosce bene, un contesto in cui anche lui, musicista, si è mosso per diversi anni. L’operazione, che scarta ogni retorica, mistificazione, celebrazione e autocelebrazione, è riuscita, soprattutto perchè i Pluto, un po’ rozzi e senza particolari cose da dire, non hanno nulla di quell’aura mitica che solitamente circonda una rockstar. Ottima la performance dei quattro attori che li interpretanoe che ben si adattano a ua descrizione della provincia all’insegna del realismo poetico.
Trailer

Act of Valor
Una serie di missioni coraggiose dei Navy Seals, i corpi speciali della marina americana. È questa la particolarità di Act of Valor, insieme al fatto di vedere coinvolti veri militari in quasi tutti i ruoli principali oltre che come veri e propri coproduttori. Nel tentativo di cercare il realismo nelle sequenze di azione sono state studiate missioni realmente accadute conservando le procedure, le armi e i comportamenti reali delle persone coinvolte. Veniamo catapultati letteralmente in giro per il mondo in azioni di salvataggio in territorio nemico, nella giungla delle Filippine contro i terroristi indipendentisti islamici, piuttosto che contro i talebani in Afghanistan.
Mike McCoy e Scott Waugh sono registi che vengono dalla pubblicità e danno al film uno stile frenetico alternato a brevi momenti di pausa con dialoghi eroici e retorici che dimostrano l’intento del film che è quello di omaggiare gli “eroi” morti in guerra, ma anche spingere i giovani americani alla ricerca di quei valori e di quella carriera.
Trailer

Titanic in 3D
In occasione dell’anniversario dei cento anni dalla partenza del Titanic, torna nelle sale il famosissimo film di James Cameron, in una versione 3D inedita.
Scritto, diretto e prodotto da Cameron, Titanic è il secondo film ad avere realizzato i maggiori incassi di tutti i tempi. È uno degli unici tre film nella storia del cinema ad essersi aggiudicato ben undici Academy Award, tra cui quello per il miglior film e il miglior regista, oltre ad avere lanciato la carriera di star del calibro di Leonardo DiCaprio e Kate Winslet.
“C’è un’intera generazione che non ha mai visto Titanic per come era stato concepito, cioè per il grande schermo”, ha dichiarato Cameron. Questo Titanic, che nessuno ha mai visto, è stato rimasterizzato in digitale a 4K e meticolosamente convertito in 3D. Conservando intatto il potere emotivo e offrendo immagini più intense che mai, il film sarà un’esperienza epica tanto per i vecchi fan quanto per i nuovi spettatori”.
Trailer

Piccole bugie tra amici
Meglio conosciuto in Italia come attore Guillaume Canet è in realtà un regista apprezzato in Francia che arriva con Piccole bugie tra amici alla terza regia, portando in scena i suoi amici attori e la sua crisi personale vissuta dopo il successo del suo precedente film da regista. La crisi di chi arrivato a 35 anni sente di vivere una vita non più sua e infelice. Così come accade ai protagonisti del film che evitano costantemente di affrontare problemi e responsabilità e che anche dopo l’incidente molto grave di uno di loro decidono di partire comunque, al solito, in vacanza al mare lasciandolo in ospedale.
Fra risate rumorose e fasulle e notti insonni con il silenzio come nemico si troveranno a dover affrontare loro stessi e i loro amici, le loro vite, la loro sessualità e le costanti piccole bugie che si raccontano da troppo tempo.
Molto ben recitato e torrenziale, verboso e lunghissimo, Piccole bugie tra amici è un film pieno di toni contrastanti, dalla risata alle lacrime, dalla serenità di una gita in barca al dramma di un amico in fin di vita.
Trailer

Pollo alle prugne
Esordire alla regia cinematografica con un film d’animazione di grande successo come Persepolis può alzare all’infinito le aspettative per un secondo film. In tutta risposta Marjane Satrapi insieme al fido Vincent Paronnaud hanno scelto di raccontare un’altra storia radicata nella storia iraniana in Pollo alle prugne, questa volta puntando sul fascino dei racconti e delle fiabe persiane raccontando di un violinista che per tutta la vita suonerà la tristezza di un amore negato e sposerà una donna che non ama con cui litiga sempre. Quando gli distruggerà il suo prezioso Stradivari inizierà un viaggio alla ricerca di un nuovo violino, ma soprattutto a ritroso nel suo passato. Spiazzano i registi di Persepolis abbandonando l’animazione per un live action ancora più fumettistico confidando sulle indubbie doti del protagonista Mathieu Amalric e su un’atmosfera magica e quasi sospesa nel tempo e nella storia.
Trailer

Good as You
Otto personaggi, tutti rigorosamente gay tranne uno, si incontrano o si rincontrano nella notte di Capodanno, teatro di amori che nascono, gelosie che accecano, equivoci e ripensamenti. Il padrone di casa Adelchi, maniaco del controllo e ossessionato dalla corretezza nella vita di coppia, si fidanza con l’insicuro Claudio, ragazzo sieropositivo, mentre sua soretta etero tenta una relazione omosessuale con una veccghia compagna di liceo. Il tempo passa e i rapporti cambiano, fino a gioioso finale a sorpresa che ricompatta il gruppo.
Prima commedia apertamente gay che prende spunto da una pièce teatrale di successo, il film racconta il mondo omosessuale dal di dentro, senza il filtro di uno sguardo altro, magari eterosessuale, magari borghese. Il regista Mariano Lamberti gioca intelligentemente con i cliché, evita il dramma, il melodramma e l’assoluzione, e suggerisce che gay significa soprattutto libero di scegliere. Nel cast si distinguono Lorenzo Balducci ed Enrico Silvestrin.
Trailer

Tratto da qui