È uno dei gadget più chiacchierati del momento, sebbene manchi ancora qualche mese al lancio commerciale in versione Beta. Si chiama – facile facile, pulito come il suo design un po’ vintage un po’ criptico – Little Printer. E, nomen omen, è una sorta di stampante portatile, di piccole dimensioni, in grado di essere gestita attraverso il proprio smartphone grazie a un dongle, cioè una pennetta che si interfaccia a qualsiasi router wi-fi e si collega a un sistema battezzato Berg Cloud. Il tutto per consentirci di stampare un sacco di contenuti diversi, chiamati dal sistema Pubblicazioni, e ficcarceli in tasca.

Queste pubblicazioni sono (o puntano ambiziosamente a rappresentare) la summa dei nostri interessi sul web e fuori. Per esempio, Little Printer può stampare, nel suo formato poco più ampio di uno scontrino e su carta termica, la propria To-do list da Google, un mix di aggiornamenti dai social network (magari dove sono collocati quel giorno i vostri amici su Foursquare) oppure specifici estratti di quotidiani e magazine, le rubriche preferite da leggere a colazione. O ancora, comporre in un unico documento newsletter e aggiornamenti via mail, di modo da confezionarsi il proprio micromagazine quotidiano. La selezione dei contenuti – fra cui le ultime statistiche sui vostri allenamenti nella corsa grazie a Nike+ – avviene attraverso la specifica App (per iPhone e Android) che fa da interfaccia alla stampantina sul vostro smartphone.

Il lancio di Little Printer, prodotto dallo studio londinese Berg, è previsto per la metà del 2012. È verosimile che per quel periodo i contenuti stampabili, che passano attraverso Berg Cloud – una piattaforma che la società britannica pensa di utilizzare anche oltre le necessità legate alla sua cubica macchinetta – siano più ricchi e ancora più interessanti dell’oroscopo o del sudoku. Consentendoci di infilare nel portafoglio, in un ritorno al tattile-cartaceo sempre più prepotente, la stringata lista delle cose veramente importanti – o magari le sciocchezze più futili? – del (nostro) web.

Tratto da qui