Dopo aver acquisito Gowalla e Instagram, ora il social network fondato da Mark Zuckerberg continua a fare spese, acquistando Glancee.

Glancee è un’applicazione per smartphone e tablet, nata nel 2010, che permette di individuare le persone con gusti affini ai propri – basandosi sugli amici e sugli interessi in comune, non necessariamente identici ma almeno simili – e che si trovano nelle vicinanze.

L’app sfrutta quindi le tecniche di geolocalizzazione e, per chi teme per la propria privacy, è un’altra potenziale violazione della riservatezza (per quanto, come pressoché tutte le altre, avvenga su base volontaria).

Dal punto di vista di Facebook si tratta di garantire una presenza più massiccia nel settore mobile, un mercato dove l’app ufficiale del social network è sì diffusa ma allo stesso tempo non permette di generare introiti.

Due dei tre fondatori di Glancee sono di origine italiana: si tratta di Andrea Vaccari (attuale CEO) e di Alberto Tretti (attuale COO), che hanno dato origine all’app insieme al canadese Gabriel Grise (attuale CTO).

Facebook continua così ad allargare il numero dei servizi offerti agli utenti e si avvicina a grandi passi all’ormai imminente quotazione in Borsa, che dovrebbe avvenire il prossimo 18 maggio.

Tratto da qui