Sorbirsi l’ennesima ondata di calore in una Torino veramente deserta ti fa pensare a tutti quei Torinesi che si stanno godendo il fresco della montagna o la piacevole aria del mare

E’ lì che diventi cattivo e invidioso!

E’ lì che decidi di promuovere sul blog il portale vacanzarovinata.it, un portale che si occupa di assistenza legale per tutti quei turisti che, a causa di disagi subiti, intendono richiedere una qualche forma di rimborso per la loro vacanza.

Il mio consiglio rimane sempre quello di avvalersi di portali come Tripadvisor o Zoover prima di partire.

Molto criticati in questo periodo, rimangono a mio avviso il più affidabile punto di riferimento. Più affidabile forse per gli alberghi che per i ristoranti, visto che nel secondo caso i gusti personali contano di più. E dopo aver citato un hotel di Celle Ligure nel precedente post, vi propongo cosa si legge su Tripadvisor riguardo a un hotel di Bergamo, il Petronilla. Conoscendo bene chi lo gestisce, so per certo che qui la qualità non si discute. E infatti lo troviamo al primo posto tra gli hotel della città con 93 valutazioni “eccellenti” su 104 totali. Saranno tutte inventate?

E poi, scusate, ma se non ci fossero questi portali, ci sarebbero comunque le recensioni di singole persone su blog o siti vari. A questo punto dovremmo mettere in discussione internet e impedire per legge che qualcuno parli di hotel o ristoranti. Facciamo così: possono parlare di strutture alberghiere o ricettive soltanto le guide autorizzate. Vi fidereste di più di una singola persona (assolutamente non corruttibile!) che scrive sulla Guida Michelin o di cinquanta persone che scrivono su un portale?

Il vero problema si presenta a mio avviso non quando qualche utente è disonesto, ma quando i portali stessi operano con non totale trasparenza, come sembra sia accaduto in Francia. Pare che Tripadvisor and company abbiano segnalato che alcuni alberghi erano al completo, così da indirizzare gli utenti verso i propri partner commerciali.

gaberr