1. PERCHE’ ERA LA CASA BIANCA DI 4000 ANNI FA
-Il Palazzo di Cnosso era la reggia del re Minosse, figlio di Zeus e di Europa, che 4 mila anni fa era a capo della civiltà minoica, la più importante civiltà mediterranea dell’epoca. Favorita dalla posizione geografica, la civiltà minoica era diventata un fiorente impero marittimo e il Palazzo di Cnosso era praticamente la Casa Bianca dell’epoca.

2.PERCHE’ GLI DEI GRECI ERANO VENDICATIVI
-Chissà se nei prossimi secoli quando ci verrà detto” Casa Bianca” ricorderemo soprattutto Monica Lewinsky. Di certo le vicende della moglie di Minosse, Pasifae, sono tra le più piccanti della storia delle famiglie regnanti. Pare che un giorno la poverina abbia detto: “A me del sesso non importa nulla”. Afrodite, la dea dell’amore e della lussuria, punta sul vivo da questa frase, la trasformò subito in una ninfomane.

3. PERCHE’ BERLUSCONI AL CONFRONTO ERA UN CHIERICHETTO
- Dopo le maledizioni di Afrodite ecco quelle di Poseidone, il dio del mare. Minosse aveva promesso di sacrificare alla divinità marina il più bel toro dell’isola. Poseidone, per metterlo alla prova, gli fece giungere dal mare un bellissimo toro bianco. “E’ troppo bello per essere ucciso”, pensò Minosse e così lo nascose nei giardini del palazzo reale. Ma chi abitava nel palazzo reale? Avete indovinato. Proprio lei, la moglie ninfomane, che per farsi notare dal toro si fece costruire una vacca di legno, completa di corna, pelliccia e zoccoli, dentro la quale inserirsi. Dall’unione di Pasifae e del toro bianco nacque il Minotauro, una creatura mostruosa metà uomo e metà toro.

4. PERCHE’ TANTE PAROLE E MODI DI DIRE SONO NATI QUI
-Minosse fece rinchiudere la creatura mostruosa in un labirinto, fatto costruire dall’architetto di corte, il geniale Dedalo. A far nascere il mito del labirinto è stata forse la struttura “labirintica” dello stesso palazzo di Cnosso, una costruzione molto grande, che pare avesse più di mille stanze. A proposito, la parola “labirinto” ha origine dal termine “labrys”, l’ascia a due lame simbolo del potere reale di Creta.

5. PERCHE’ TI INSEGNA L’IMPORTANZA DEL GIUSTO MEZZO
- Dedalo, l’inventore del labirinto, a opera conclusa vi fu rinchiuso insieme al figlio Icaro. Unica via di fuga: il volo. Preparò delle ali attaccandole al corpo con la cera e si raccomandò con il figlio: “Icaro,non volare troppo alto, se no il Sole fonderà la cera! Ma non volare neppure troppo basso, perché l’acqua del mare ti bagnerebbe le ali! ” Il figlio, preso dall’ebbrezza del volo, non seguì l’ordine e volò troppo in alto, così il calore fuse la cera e il ragazzo precipitò in mare.

6. PERCHE’ TI INSEGNA CHE LA SOLUZIONE MIGLIORE E’ SEMPRE LA PIU SEMPLICE
- L’eroe Teseo riuscì invece a sopravvivere al labirinto grazie a uno stratagemma: il famoso filo di Arianna. Arianna diede al suo innamorato un gomitolo di lana, con cui segnare la strada percorsa all’interno del labirinto. Teseo uccise il Minotauro, uscì dal labirinto, non prima di essersi unito carnalmente con un paio di vergini sopravvissute al mostro, e alla fine fuggì con Arianna, abbandonandola però su un’isola alla prima occasione.

7. PERCHE’ LO SPORT E’ UN VALIDO SOSTITUTO DELLA GUERRA
-Nei cortili del palazzo avvenivano le Tauromachie, le battaglie con i tori, che consistevano essenzialmente nel lanciarsi verso il toro, afferrarlo per le corna ed eseguire una capriola sul dorso dell’animale sfruttando il contraccolpo delle corna. Era un po’ gioco, un po’ sport, un po’ manifestazione religiosa, a metà tra le corride spagnole e le lotte dei gladiatori nel Colosseo. I minoici del resto in qualche modo dovevano divertirsi, visto che di guerre da queste parti non se ne vedevano molte. Il palazzo di Cnosso era addirittura privo di mura. Nessuno all’epoca si sarebbe mai permesso di attaccare la potentissima Creta. Il fascino di quest’isola è anche questo: essere stata molto potente tanti secoli fa, prima di essere invasa da chiunque, dai Micenei ai Romani, dai Veneziani ai Turchi fino (così pensano molti residenti dell’isola) all’attuale invasione da parte del Fondo Monetario Internazionale.

8. PERCHE’ ALLE DONNE BISOGNA DARE PIU’ POTERE
-Se si pensa a Pasifae che si unisce con un toro, sembra che le donne minoiche non facciano una gran bella figura. In realtà pare che qui uomini e donne avessero uno status sociale molto simile. La religione, ad esempio, era incentrata su divinità femminili e utilizzava sacerdotesse femminili. Negli affreschi riguardanti le Tauromachie sono raffigurate in azione anche delle donne. Si suppone infine che la società fosse matrilineare, cioè il nome, il titolo e i beni venivano trasferiti dalla madre e non dal padre. Ricapitolando, la società minoica, che dava molto potere alle donne, era fiorente, prosperosa, priva di guerre e anche dotata di molta creatività, come dimostrano le fantasiose vicende mitologiche. Più potere alle donne. Che sia un insegnamento che dobbiamo far nostro?

9. PERCHE’ IL BAGNO E’ LA PRIMA COSA DA GUARDARE IN UNA CASA
-C ’è chi dice che sia il bagno la stanza preferita dalle donne. Allora mi aspetto che i bagni in una società in cui le donne contano siano particolarmente curati. A Cnosso i bagni della regina erano infatti avveniristici. Disponevano di canalizzazioni sotterranee, canali di scarico e di acqua calda sempre disponibile. E stiamo parlando di 4000 anni fa.

10. PERCHE’ LA CULTURA DEVE ESSERE PER TUTTI
-Il primo a compiere scavi a Cnosso fu due secoli fa un uomo che di nome faceva Minos (!). Ma fu sir Evans nel 1900 a portare alla luce il palazzo di Cnosso e cosa ha deciso di fare? Ne ha ricostruita una parte, utilizzando cemento armato sopra le rovine. Oggi grideremmo allo scandalo. Bisogna però ammettere che, così facendo, ha reso più fruibile la visita al palazzo e forse ha contribuito a far conoscere al mondo lo splendore della civiltà minoica.

gaberr

Personaggi mitologici