In occasione del festival di Glastonbury, Orange ha pensato di creare una enorme foto del pubblico (1.3 gigapixel, 75.000 pixel di ampiezza) permettendo ai presenti di riconoscersi e taggarsi. Al momento 5.600 persone lo hanno fatto.

Il sito GlastoTag è anche integrato con Facebook, per estendere l’effetto virale del tagging e permettere alle altre 70.000 persone presenti nella foto di “etichettarsi”.

Un esempio molto creativo di come un brand può creare un rapporto empatico con i propri utenti o prospect.