Articoli marcati con tag ‘buzz’

“Completo e totale fallimento quando l’obiettivo sembrava ragionevolmente facile da ottenere”, questa la definizione precisa data dall’autorevole Urban Dictionary. Si può fallire in molti modi, commettere errore (anche distruttivi), ma l’epic fail ha una connotazione diversa: si fallisce in maniera clamorosa di solito nell’ambito in cui sulla carta si è più bravi o dopo aver annunciato trionfalmente qualcosa. In ambito tecnologico è fin troppo facile e in Rete ancora di più: qualcuno noterà di sicuro il vostro fail e non mancherà di farlo notare a tutti, aggiungendo al danno, la figuraccia e ovviamente la beffa.

Forse, non tutti sanno che “The Blair Witch Project – Il mistero della strega di Blair”, film statunitense del 1999, è stato uno dei primi esempi di guerilla marketing. La storia dei quattro cineasti scomparsi in una foresta del Maryland, infatti,  non è altro che una leggenda metropolitana messa in rete e da lì lanciata dagli altri media. Sistema di promozione non convenzionale basato su immediatezza, energia e immaginazione (piuttosto che sul budget), le campagne di guerrilla marketing colpiscono i consumatori in modo inaspettato. L’obiettivo è veicolare un concetto attraente, provocante (spesso divertente) che spinga gli utenti a diffondere il messaggio in modo virale.