Articoli marcati con tag ‘software’

Da “La Stampa” del 5 agosto 2010, articolo di Federico Guerrini. Il computer da indossare che ti trasforma in un cyborg Un computer indossabile fai-da-te. Lo ha realizzato il ricercatore svedese Martin Magnusson che per il suo progetto “becoming a cyborg” ha preso una scheda Beagleboard, piccola ma paragonabile per capacità di elaborazione a un laptop, e grazie ad essa ha fatto girare un’apposita distribuzione del sistema operativo libero Linux, la Angstrom. Poi ha preso dei materiali “poveri” come un paio di occhiali da sole, una tracolla e una custodia per Cd, e li ha trasformati in supporti per la sua unità centrale di programmazione.

Vi segnaliamo l’articolo pubblicato sul sito de “La Stampa” di oggi, dedicato all’intervento che Bruce Sterling ha tenuto a “Università e Cyberspazio”, la conferenza torinese in cui studiosi, accademici e pensatori di tutto il mondo si sono riuniti per “aggiornare la forma dell’università ai tempi dell’era del network”. http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=7814&ID_sezione=38&sezione=

La storia della ricezione debole continua. A pochi giorni dal lancio delle vendite di iPhone 4G (che ha raggiunto ormai cifre a sei zeri), solo il problema riguardante la macchia marrone/giallognola dello schermo sembra in via di risoluzione. Non si è ancora capito, infatti, quale sia la causa che provoca la mancanza di segnale se si impugna il melafonino premendo sul bordo sinistro di metallo. Steve Jobs, rispondendo ad una serie di mail di clienti insoddisfatti, avrebbe addirittura detto che si tratta di un “non problema” dal momento che gli utenti dovrebbero semplicemente “evitare di impugnarlo in quel modo”, oppure utilizzare una custodia.

Secondo i dati raccolti dall’Experian, leader mondiale nei servizi di informazione commerciale, a fine 2009, negli Stati Uniti, le visite ai social network sono cresciute del 67% rispetto ad agosto 2008. Il boom di questo genere di siti è imputabile a diversi fattori tra cui la loro continua crescita, l’ampliamento del target di riferimento e l’aumento del tempo medio di permanenza degli utenti. Per questi motivi, anche gli investimenti pubblicitari stanno rapidamente moltiplicandosi. In un quadro di questo tipo diventa quindi importante analizzare l’utilizzo delle tecnologie sociali nelle imprese, per comprendere le ragioni che spingono alla loro adozione e per approfondire i vantaggi di business derivanti dallo studio delle esperienze di consumo tradizionali e “online”.

Il software più conosciuto per l’editing delle immagini ha ufficialmente compiuto i suoi primi 20 anni! Nel 1987 Thomas Knoll sviluppò un programma di pixel imaging chiamato Display. Nel 1990, con la collaborazione del fratello John, nacque Photoshop. A distanza di 20 anni Thomas Knoll afferma: “20 anni fa Adobe preannunciò che avrebbe venduto 500 copie di Photoshop al mese. Possiamo affermare di essere andati ben oltre quelle previsioni!” Per festeggiare l’importante compleanno, la comunità di Photoshop condivide le storie preferite online attraverso Facebook. C’è una nuova scheda “Celebrate” che indirizza gli utenti a un logo del ventesimo anniversario, che può poi essere personalizzato in Photoshop ed usato come immagine del profilo su qualsiaisi sito di Social Networking.