Articoli marcati con tag ‘web marketing’

Facebook ha lanciato Deals, una piattaforma che permetterà a 200 milioni di persone (quelle che accedono al social network attraverso dispositivi mobili) di scoprire gli “affari” predisposti per loro dalle aziende registrate. Il funzionamento è molto semplice: l’azienda registra il luogo fisico in cui esercita l’attività commerciale attraverso Places (in italiano Luoghi) e poi sceglie il tipo di promozione da riservare agli utenti che interagiranno con Deals. Ne esistono di 4 tipi: - Individual deals: che premiano i clienti che effettuano il check-in una sola volta - Loyalty deals: che scattano dopo un certo numero di acquisti o check-in - Friend deals: che premiano l’utente se coinvolge i suoi amici nel check-in - Charity deals: che permettono alle aziende di donare denaro in beneficenza per ogni check-in effettuato dalle persone L’utente non dovrà far altro che utilizzare Places da dispositivo mobile e controllare la presenza nelle vicinanze di locali commerciali che offrono un “affare” (contrassegnati da un’icona gialla).

The people who run Facebook, the social-networking company, are furious about a new movie that takes lots of liberties in its depiction of how Facebook came into existence. They’re upset because much of The Social Network, which opens Oct. 1, is just completely made up. That’s fair enough. But to me, the really interesting thing about this movie is that while much of the tale is invented, the story tells a larger truth about Silicon Valley’s get-rich-quick culture and the kind of people—like Facebook’s 26-year-old founder and CEO, Mark Zuckerberg—who thrive in this environment. The Valley used to be a place run by scientists and engineers, people like Robert Noyce, the Ph.

Cosa si sono inventati al Museo della Scienza e dell’Industria di Chicago? Un contest davvero anomalo: si cerca infatti un blogger disposto a vivere 24 ore su 24 per un mese – dal 20 ottobre al 18 novembre – dentro al museo, godendo delle iniziative proposte e diffondendole via blog, Twitter e video. In palio, per il futuro “abitante” del museo, 10.000$ di premio, una tessera a vita di membro del Museo, un notebook ed una fotocamera per documentare l’esperienza. Io quasi quasi…

La nota piattaforma di microblogging ha recentemente annunciato alcune novità che riguardano l’interfaccia del proprio sito Twitter.com. Ecco le novità più importanti: Nuovo design: l’interfaccia mostrerà @menzioni, retweet, ricerche e liste in un menù sopra la timeline dei tweet. Contenuti multimediali: Foto e video saranno mostrati accanto ai tweet, senza dover abbandonare twitter.com Più facile scoprire tweet su argomenti correlati: Cliccando su un tweet verranno mostrate informazioni aggiuntive come eventuali @reply, e altri tweet dell’utente Mini profili: Cliccando sul @nomeutente sarà possibile visualizzare le informazioni relative all’utente come la bio line, e i tweet recenti L’ottica sembra essere quella di arricchire le informazioni disponibili sulla home page della piattaforma per trattenere l’utente su Twitter.

Si deve all’italianissima Join Pad la realizzazione della Nightmare Augmented Reality Experience per il lancio del nuovo film di Warner Bros – Nightmare on Elm Street. Grazie a questa applicazione potrete indossare il guanto di Freddy Krueger e scattare la vostra foto. Partecipa al Nightmare Augmented Reality Experience a questo indirizzo: http://www.nightmare.joinpad.net/ e condividi le tue foto sui social network!

Quanto spende ogni azienda che decide di far pubblicità su Google? A rispondere alla domanda è uno documento riservato di BigG che contiene le spese effettuate dai clienti Google su AdWords nella prima metà del 2010. I numeri riguardano solo una fetta di clienti, neanche tutti, che corrisponde ad una spesa semestrale di 574 milioni di dollari dei 23 miliardi di fatturato globale annuale del servizio. In generale, sono 47 gli inserzionisti che hanno speso nel solo mese di giugno più di un milione di dollari, 71 che ne hanno spesi tra i 500mila e il milione di dollari e 357 che hanno speso cifre comprese tra 100mila e 500mila.

Per tutti gli appassionati del cavallino, dal 9 settembre sul sito http://www.ferrarivirtualacademy.com/teaser/IT/index.jsp, sarà disponibile il nuovo simulatore Ferrari di Formula 1. In palio, per i 5 piloti più veloci che parteciperanno al torneo, un viaggio a Maranello, nella mitica fabbrica Ferrari, e la possibilità di seguire “Ferrari Driver Academy”, corso tenuto da tutor molto speciali, vediamo se li riconoscete…

Oltre un milione di utenti in poco meno di 48 ore si sono uniti alla comunità di Ping, il nuovo social network musicale lanciato qualche giorno fa da Apple. Apple ha annunciato oggi che in meno di 48 ore dal lancio di mercoledì, più di un milione di utenti si sono uniti alla comunità Ping, il suo nuovo social network di natura musicale che consente di seguire gli artisti preferiti e gli amici per scoprire la musica di cui parlano, ascoltarla e scaricarla. Un successo per la Casa di Cupertino che oltre a progettare i Mac, ritenuti i migliori personal computer al mondo assieme a OS X, iLife, iWork e i software professionali, e a reinventarsi la telefonia mobile con i suoi rivoluzionari iPhone e App Store, sta ora guidando la rivoluzione dei media digitali con la linea di lettori di musica e video iPod e con il negozio online iTunes.

Mezza blogosfera ne ha già parlato, forse perchè l’esperienza Subservient Chicken (http://www.bk.com/en/us/campaigns/subservient-chicken.html) non è stata ancora dimenticata, nonostante siano passati quasi 5 anni. Autore dell’ultima avventura interattiva su YouTube è la Tipp-Ex, marca tra le più conosciute per la produzione di correttori (o bianchetto). Il video propone una sfida storica, cacciatore vs orso bruno. La voce narrante invita l’uomo a sparare all’animale, ormai troppo vicino alla tenda. A questo punto lo spettatore è messo nella posizione di dover scegliere “shoot” o “don’t shoot”; entrambe le scelte, comunque, portano allo stesso risultato: il cacciatore prende il bianchetto da quello che sembrava un semplice banner, cancella la scritta “shoot” ed invita l’utente ad inserire un altro verbo.

Videoarte, installazioni, workshops, ce n’è per tutti i gusti. Si tratta dell’idea originale e flessibile di un network di artisti, galleristi, curatori, critici, disposti a fornire on demand un’ora di arte contemporanea direttamente al vostro domicilio. Visitando il sito del progetto, www.1hart.net, sarà possibile infatti selezionare il materiale o l’artista o l’evento: si può scegliere tra tantissimi artisti, curatori, critici, galleristi, collezionisti, restauratori, editori e appassionati pronti a regalare agli appassionati un’ora d’arte addirittura con consegna a domicilio.